Il Cielo del Mese

 

Questa sezione mensile riporta, in ordine cronologico, tutti gli eventi che saranno osservabili nel mese in corso, da quelli più semplici, come le congiunzioni, a quelli più difficili, dove saranno necessari binocoli o telescopi per apprezzare appieno lo spettacolo. Gli eventi più notevoli sono accompagnati da una immagine ottenuta dal software StellariumTM, che aiuterà a prepararsi per quello che si potrà osservare nella realtà.

 

Ottobre 2019

 

Il 5 Ottobre la Luna sarà in fase di Primo Quarto, rimanendo visibile per la prima parte della notte.

 

Sempre il 5 Ottobre il pianeta Saturno (mag. +0.49) sarà in congiunzione con la Luna, illuminata al 50%. Gli oggetti saranno distanti circa un grado, verso Sud.

 

L’8 Ottobre lo sciame meteorico minore delle Draconidi, con ZHR (Zenithal Hourly Rate – Rateo Orario Zenitale) di circa 10 meteore orarie, avrà il suo picco. Essendo vicino ad una Luna Nuova, potrà essere apprezzato maggiormente rispetto ad altri anni. La progenitrice di queste meteore è la cometa 21P Giacobini-Zinner, scoperta nel 1900.

 

Il 10 Ottobre la Luna si troverà all’apogeo della sua orbita (punto più lontano dal nostro pianeta), ad una distanza di 405902 km.

 

Il 13 Ottobre si avrà la Luna Piena. Hunter Moon (Luna della Caccia) – Ottobre è il mese delle foglie cadenti, e come il nome stesso suggerisce, della caccia per approvvigionarsi per la fredda stagione in arrivo. Questa Luna è conosciuta anche come Travel Moon (Luna del Viaggio).

 

Il 17 Ottobre, la Luna (illuminata all’84%) sarà in congiunzione con la stella più luminosa della costellazione del Toro, Aldebaran, alla mezzanotte. I due oggetti saranno separati da circa 2 gradi. L’ammasso stellare delle Pleiadi si troverà in alto, rispetto al nostro satellite.

 

Il 20 Ottobre il pianeta Mercurio si troverà alla massima elongazione orientale, rendendolo quindi facilmente avvistabile dopo il tramonto.

 

Il 21 Ottobre, la Luna (illuminata al 55%) sarà in congiunzione con la stella più luminosa della costellazione dei Gemelli, Polluce.

 

Sempre il 21 Ottobre la Luna sarà in fase di Ultimo Quarto, rimanendo visibile per la seconda parte della notte.

 

Nella notte tra il 21 ed il 22 Ottobre avrà il picco lo sciame meteorico delle Orionidi, originatosi dalla cometa di Halley. Con uno ZHR (Zenithal Hourly Rate – Rateo Orario Zenitale) di circa 20 meteore orarie, e purtroppo prossimo alla Luna, potrebbe risultare poco accattivante. Tuttavia, questo sciame è noto per produrre meteore brillanti, quindi anche con condizioni avverse, si potrebbe comunque osservare uno spettacolo affascinante.

Il 24 Ottobre, la Luna (illuminata al 21%) sarà in congiunzione con la stella più luminosa della costellazione del Leone, Regolo.

 

Il 26 Ottobre la Luna si troverà al perigeo della sua orbita (punto più vicino dal nostro pianeta), ad una distanza di 361316 km.

 

Il 28 Ottobre avremo il primo dei giganti gassosi ghiacciati, Urano, all’opposizione per l’anno in corso. Miglior periodo per la sua osservazione dalla Terra, con un diametro apparente di circa 3.7 secondi d’arco.

Sempre il 28 Ottobre si avrà una Luna Nuova. Un periodo perfetto per osservare indisturbati oggetti di profondo cielo come nebulose o galassie.

 

Il 29 Ottobre i pianeti Mercurio (mag. -0.20), Venere (mag. -3.84) e la Luna illuminata al 3% saranno visibili in una congiunzione molto bassa all’orizzonte occidentale. Occorrono orizzonti sgombri da ostacoli.

 

Il 31 Ottobre il pianeta Giove (mag. -1.91) sarà in congiunzione con la Luna, illuminata al 15%. Gli oggetti saranno distanti meno di un grado, verso SO.

 

 

Buone Osservazioni e Cieli Sereni a Tutti!

Giuseppe Petricca

error: Content is protected !!