Transiti della Stazione Spaziale Internazionale – Novembre 2015

Appuntamento mensile con la rubrica che si occuperà di descrivere e fornire informazioni riguardo i passaggi visibili più importanti di due tra le più grandi opere ingegneristiche dell’uomo!

Sto parlando della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), è una stazione spaziale dedicata alla ricerca scientifica che si trova in orbita terrestre bassa, gestita come progetto congiunto da cinque diverse agenzie spaziali. Viene mantenuta ad un’orbita compresa tra i 278 km e i 460 km di altitudine e viaggia a una velocità media di 27743,8 km/h, completando 15,7 orbite al giorno, in poco più di 90 minuti ad orbita. È abitata continuativamente dal 2 novembre 2000; l’equipaggio, da allora, è stato sostituito più volte, variando da due a sei astronauti o cosmonauti.


 

Qui di seguito invece, trovate un elenco riguardante i principali avvistamenti. Per tutti i transiti e gli avvisi al minuto invece potete recarvi sul canale Twitter @AstroPratica (che potete trovare e ‘followare’ sulla destra della pagina) e sul canale Facebook AstroPratica con messaggi dedicati.

La Stazione Spaziale Internazionale tornerà ad attraversare i nostri cieli al mattino, prima dell’alba. Per questo riportiamo i transiti maggiormente evidenti e luminosi visibili da gran parte della nazione in modo da valorizzare ogni sveglia. Si inizia nell’ultimo giorno della prima decina del mese.
Si inizierà appunto il 7 Novembre, dalle 06:03 alle 06:13 osservando da SO ad NE. La Stazione Spaziale Internazionale sarà ben visibile dal tutta Italia. Magnitudine di picco a -3.4, che renderà il transito molto facile da rintracciare. All’inizio del transito, per il Centro, la Stazione Spaziale attraverserà la costellazione di Orione, prossima al tramonto.
Per quanto riguarda il passaggio del 9 Novembre invece sarà principalmente il Nord Italia ad osservarlo alla massima luminosità, restando comunque osservabile dal resto del paese. La Stazione Spaziale Internazionale transiterà nei nostri cieli dalle 05:56 alle 06:04 guardando da O a NE. La magnitudine massima sarà di -2.8.
Il terzo sarà ben osservabile nuovamente da tutta Italia, anche se parziale. Il 10 Novembre dalle 05:06 alle 05:11 da NNE a NE, per una magnitudine di -3.2 al picco massimo, ovvero qualche momento dopo che la ISS uscirà dall’ombra proiettata dal nostro pianeta. Il transito sarà ugualmente ben rintracciabile nel cielo ed una delle viste più suggestive.
Facciamo un salto temporale di circa dieci giorni, fino al penultimo transito con magnitudine rilevante per il mese. Anche in questa occasione con una luminosità davvero buona, ad un picco di -3.3, tutto il paese potrà osservarla, con il Nord-Est avanti a tutti. Il 21 Novembre, dalle 06:34 alle 06:43, da ONO a SE. Una nuova occasione fotografica, in quanto la ISS sarà vicina ai pianeti Giove-Marte-Venere dal Centro.
L’ultimo transito si avrà il giorno 24 Novembre, ottimale e visibile da tutta Italia, in particolare da occidente. La sua magnitudine sarà di -3.4, sperando ovviamente in cieli tersi e sereni. Orario: dalle 05:34 alle 05:39, da O a SE. Taglierà letteralmente il cielo in due metà se vista dal Centro-Sud.
Giorno
Ora Inizio
Direzione
Ora Fine
Direzione
Magnitudine
07
06:03
SO
06:13
NE
-3.4
09
05:56
O
06:04
NE
-2.8
10
05:06
NNE
05:11
NE
-3.2
21
06:34
ONO
06:43
SE
-3.3
24
05:34
O
05:39
SE
-3.4
N.B. Le direzioni visibili per ogni transito sono riferite ad un punto centrato sulla penisola, nel centro Italia, costa tirrenica. Considerate uno scarto ± 1-5 minuti dagli orari sopra scritti, a causa del grande anticipo con il quale sono stati calcolati.
Buone Osservazioni a tutti!
G. Petricca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!