Una Cometa bassa all’orizzonte: C/2014 Q1 PanSTARRS

In questi giorni, appena dopo il tramonto e molto bassa sull’orizzonte occidentale, è possibile osservare una piccola cometa. Parliamo della C/2014 Q1 PanSTARRS, scoperta circa un anno fa (Agosto 2014) dal sistema di telescopi sui vulcani delle Hawaii, e che ha effettuato il suo passaggio al perielio lo scorso 6 Luglio arrivando ad una distanza minima di soli 45 milioni di km dalla nostra stella. Ora rimane difficilmente visibile ad Ovest.

Difficilmente visibile? Non per chi si trova nell’emisfero meridionale della Terra, come Yuri Beletsky (che ringrazio moltissimo per aver messo a disposizione la sua foto) che ha realizzato questo favoloso scatto della cometa in congiunzione con una sottilissima falce di luna illuminata dal sole, mentre il resto era pura luce cinerea! Davvero uno spettacolo mozzafiato!

Purtroppo noi non riusciremo a vederla in questo modo, semplicemente perché sarà troppo bassa e ancora ingolfata nelle luci del tramonto. Chi si troverà all’estremo sud della nostra penisola, o nelle isole meridionali, avrà possibilità maggiori di poterla rintracciare, mentre per la maggioranza del paese la cometa raggiunge una elevazione massima di circa +3°/+5° sull’orizzonte. Come osservarla o fotografarla quindi?

Innanzitutto, attendete obbligatoriamente che il Sole sia sceso sotto l’orizzonte, per evitare qualsiasi problema alla vista. Ricordate sempre che in questo non si può scherzare, dato che una osservazione anche minima può causare danni irreparabili ai vostri occhi!

Quindi potrete utilizzare la mappa qui fornita, che mostra il percorso della cometa C/2014 Q1 PanSTARRS dal 15 al 31 Luglio, e nella posizione in cui si troverà oggi 18 Luglio. Utilizzate come riferimento Giove o Venere, dai quali si troverà ad una distanza media di circa 7/8°, e tentate la sua osservazione con binocoli, telescopi, o il teleobiettivo della vostra digitale (meglio se con dimensioni maggiori di 150 mm di focale). Purtroppo ad occhio nudo sarà quasi impossibile osservarla, data appunto la grande quantità di luce ancora presente in quella zona di cielo.

Inoltre, e solo oggi 18 Luglio, avremo anche la congiunzione tripla tra Luna, Venere e Giove, quindi può essere un ottima occasione fotografica!

La sua magnitudine scenderà abbastanza rapidamente, ora che si allontana dal punto della sua orbita più vicina al Sole, seguendo approssimativamente questa curva prevista, generata da Seiichi Yoshida e reperibile sul suo sito qui.

Abbiamo da poco passato il picco di luminosità, e questo depone a favore delle osservazioni dei prossimi giorni. Purtroppo per noi dell’emisfero settentrionale del pianeta, non avremo una vista ottimale nei mesi a venire, mentre sarà tutto l’opposto per l’emisfero meridionale, dove la cometa continuerà a guadagnare elevazione rispetto all’orizzonte, rimanendo quindi facilmente avvistabile e fotografabile. Saremo in attesa delle vostre e delle loro foto, per godere dello spettacolo!

Buone Osservazioni a Tutti!
G. Petricca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!