Congiunzione tra Saturno e la Luna (insieme a Beta Scorpii)

Il primo giorno di Giugno, dal tramonto del Sole fino al suo sorgere, potrà essere osservata unaq splendida congiunzione doppia, tra la Luna ed il pianeta Saturno! Sarà anche tripla, se consideriamo nell’insieme la stella Beta Scorpii, nota anche con il nome Akrab.

Il nostro satellite naturale sarà in una fase praticamente piena, con una percentuale illuminata del 99% e quindi potrebbe essere difficile scorgere il pianeta poco distante ad occhio nudo. Tuttavia, una volta compresa la sua posizione, questa difficoltà svanirà immediatamente. La mappa qui sotto, realizzata tramite il software Stellarium, e completa di figure del nostro folklore, mostra la loro ‘configurazione’ nel cielo intorno alle 22:30 per aiutarci nel rintracciarlo. La manterranno per tutto il corso della notte, con l’unica differenza che la Luna si allontanerà sempre più dal pianeta.

Il nostro satellite naturale sarà di poco sopra il Signore degli Anelli ed entrambi gli oggetti si troveranno tra le costellazioni della Bilancia e dello Scorpione. Ne consiglio la vista sia ad occhio nudo, ma ancor più al binocolo, dove questo terzetto sarà davvero affascinante! E tentatene anche la fotografia, basta una semplice compatta per catturare questo spettacolo.

Nello stesso campo visivo, andremo ad osservare tre oggetti che sono ‘vicini’ dalla nostra prospettiva, ma che in realtà hanno una enorme distanza tra l’uno e l’altro! La Luna è semplicemente a circa 385000 Km da noi, Saturno a 1,3 miliardi di Km circa, mentre la stella Akrab è situata alla distanza di 530 anni luce dal nostro pianeta! In modo letterale, dall’estremamente vicino, all’estremamente lontano in un singolo colpo d’occhio!

Se possedete invece un telescopio, anche non eccessivamente grande, le possibilità di osservazione dei particolari aumentano naturalmente, ecco qualche indicazione su cosa osservare.

La Luna, come detto, sarà in fase di piena, quindi la peggiore per osservazioni dirette di molti dei suoi particolari. Ma, dato che con precisione la Luna Piena si avrà alle ore 18:21 del 2 Giugno, potremo osservare i particolari estremi del bordo occidentale del nostro satellite. Inoltre, sarà una buona occasione per osservare anche i crateri e le strutture dell’estremo sud. Le due immagini qui sopra ci forniscono i nomi delle strutture osservabili con profitto (©LRO/Virtual Moon Atlas).

Per quanto riguarda Saturno invece, con telescopi di media grandezza, potrete riuscire ad osservare alcuni dei suoi satelliti principali, primo tra tutti Titano, insieme a RheaTeti e Dione. Un consiglio che posso dare, dato che alcune volte vengono confusi con stelle di sfondo, è quello di spostare leggermente l’inquadratura, noterete dei piccoli punti muoversi insieme al pianete: quelli sono i satelliti di Saturno. Gli anelli per quest’anno sono inclinati di circa 25 gradi, e sono vicini al loro massimo regalandoci la vista più chiara degli stessi e del disco del pianeta.

Concludi parlando proprio di Beta Scorpii, Akrad: sempre con telescopi di media grandezza riuscirete a capire che questa in realtà è una stella doppia, con la componente secondaria che ha magnitudine 4.5 (la principale splende a 2.6). Ma, se vogliamo andare più a fondo, le analisi spettroscopiche hanno indicato che questo è un sistema multiplo che arriva a comprendere un totale di ben 6 stelle. Decisamente uno di quegli astri che nascondono molte sorprese.

Buone osservazioni a tutti!
G. Petricca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!