Rosetta e Philae all’atterraggio sulla Cometa!

Ne avevamo già parlato in due articoli precedenti sempre su questo blog, qui e qui, e finalmente dopo lunga attesa (per chi ha iniziato a progettare la missione sono passati più di 20 anni!) e un lungo viaggio nel Sistema Solare della durata di circa 10 anni e mezzo, siamo arrivati al momento cruciale della missione stessa: lo sgancio dalla ‘nave madre’ Rosetta e il successivo atterraggio del lander Philae sul nucleo della cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko!

Parte della sonda Rosetta con il nucleo cometario sullo sfondo, in questo autoscatto quasi d’autore. (© ESA/Rosetta/Philae/CIVA)

L’appuntamento è previsto tra due giorni, il 12 Novembre, con il rilascio del lander che avverrà alle 09:35 ora Italiana, ad una distanza dal nucleo cometario di circa 22 Km. Philae impiegherà sette ore per arrivare sulla superficie ed arpionarsi saldamente alla stessa, con la conferma di questo avvenimento che è prevista alle 17:00 ora Italiana.

Dall’arrivo della sonda Rosetta alla sua destinazione sono passati circa 100 giorni, e grazie alle sue fotografie ad alta risoluzione dello stesso è stato possibile identificare molti siti di possibile atterraggio, per poi ridurli a quello effettivamente scelto. Il sito J, o come (grazie ad un concorso di proposte online) è stato ridenominato, Agilkia.

Il nome richiama un isola esistente realmente nel sud dell’Egitto, sul fiume Nilo. Su questa isola è stato spostato un intero complesso di antichi edifici e monumenti -compreso il famoso Tempio di Iside- da un’altra isola, Philae, che è stata sommersa a causa della costruzione della Diga di Assuan (famosa anche per lo spostamento del complesso di templi di Abu Simbel).

(© ESA/Rosetta)

Nell’immagine sopra possiamo vedere la posizione della sonda e della cometa in riferimento al Sistema Solare interno, in una spettacolare vista che è fedele alla realtà scientifica. Mentre nel video sottostante, alla massima risoluzione, possiamo osservare il sito di atterraggio di Philae, con una simulazione che lo mostra prossimo ad arrivare sulla superficie della cometa.

Come si è già fatto, in occasione di eventi simili, questo blog effettuerà una diretta LIVE sullo stesso, a partire dalle 9 del mattino, e sui suoi canali Twitter e Facebook, per avere la massima diffusione dell’avvenimento! Potrebbe sembrare una cosa da poca rilevanza di cronaca, ma ricordo a tutti che è la prima volta che tentiamo un atterraggio in remoto su un nucleo cometario, una impresa che non era mai stata tentata dall’uomo prima d’ora!

Condivido in conclusione una infografica creata dall’ESA e tradotta dall’autore che mostra a grandi linee la timeline di discesa del lander Philae e su quali misurazioni saranno al lavoro tutti i suoi strumenti, sia durante l’avvicinamento sia dopo l’atterraggio.

Lo streaming delle notizie sarà naturalmente esclusiva dell’European Space Agency, con un evento che inizierà già dalle 20:00 ora Italiana di domani 11 Novembre. Anche altri siti italiani seguiranno gli avvenimenti, come quello dell’Associazione AstronomiAmo che si collegherà in diretta dalle 20.45 del 12 Novembre con i telescopi di Slooh.com per osservare da Terra la cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko.

Appuntamento a dopodomani quindi, e buona fortuna al lander Philae, alla missione Rosetta e a tutto il team coinvolto!
G. Petricca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!