Venere e Mercurio all’alba

Abbiamo trattato in un articolo pochi giorni fa l’evento della congiunzione tra il pianeta Marte e la stella Spica, potete trovarlo facilmente scorrendo l’homepage del blog. Questa congiunzione è visibile di sera, e si apprezza particolarmente per il contrasto marcato tra l’azzurro della stella e l’arancio del pianeta. Ma, in questi giorni potremo ammirare anche un altro evento simile, ma al mattino, prima dell’alba.

Infatti i pianeti Mercurio e Venere domani saranno alla loro distanza minima per questa congiunzione, e potranno essere avvistati sin dalle 4:40 circa, come potete vedere nella mappa sottostante, riferita ad un orario vicino a questo.

(©Stellarium)

La direzione nella quale osservare è Est Sud Est (o più precisamente nei dintorni dei +60° di Azimuth, partendo da Nord), e se il cielo sarà sgombro non ci saranno problemi nell’individuare i due oggetti. Sarà facilissimo per Venere, vista la sua elevata magnitudine di -3.0 circa; un po’ più complesso per Mercurio, molto più debole, che splenderà con un valore di circa -0.2.

Tuttavia, se utilizzate il più luminoso come riferimento, non dovreste trovare difficoltà. Un avvertimento che voglio dare è che per rintracciare Mercurio non serve un cielo necessariamente scuro, anche nelle prime luci dell’alba è abbastanza facile trovarlo. Quello che serve è un cielo terso, sgombro da nubi anche sottili, dato che, essendo molto debole, ad occhio nudo può risultare davvero sfuggente.

(EDIT in tempo -quasi- reale: ecco la foto della congiunzione tra i due pianeti, stamattina. Insieme alla Stazione Spaziale Internazionale che ha effettuato un transito nei nostri cieli.)

(©Autore)

Qui sopra, per prepararvi a quel che osserverete, ecco un mio scatto realizzato un paio di giorni fa, con Mercurio che si nota a malapena tra le montagne e l’ultima linea di nubi, mentre Venere è la cosa più visibile nell’intera fotografia! Anche se non riuscite ad osservarlo domattina, forse per il cielo coperto o altri problemi, sarà visibile per qualche giorno ancora, ma affrettatevi, dato che il pianeta più interno del Sistema Solare ripiomberà verso la stella!

Buone osservazioni a tutti!
G. Petricca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!