Una sonda Cinese sulla Luna, dopo 37 anni!

Momento storico per la Cina e anche per tutto il mondo, in quanto dopo 37 anni dall’ultima missione Lunare, la sonda Russa Luna 24 (Agosto 1976), una sonda tenterà un atterraggio morbido e dopo qualche ora dallo stesso, rilascerà un rover che potrà muoversi liberamente sulla superficie del nostro satellite!

Stiamo parlando della missione Chang’e-3 (Chang’e è, nella mitologia Cinese, la Dea della Luna) e del piccolo rover che è al suo interno, Yutu -il coniglio di giada– che sempre nella mitologia, vive sulla Luna accompagnando la Dea, ed incaricato di produrre un elisir di lunga vita.

Nel video qui sotto, preso dalla tv ufficiale Cinese, c’è una simulazione al computer di come e quali potranno essere le operazioni sulla superficie da parte del rover. Oltre, ovviamente, all’aspetto delle due sonde.

Su questo stesso blog avremo un LIVE che seguirà passo passo tutte le fasi della discesa e allunaggio della sonda, con la pubblicazione delle prime immagini appena saranno disponibili. L’orario di atterraggio è previsto per le 14:40 ora Italiana. Tutto tra poche ore quindi! Rimanete sintonizzati per essere aggiornati in tempo reale sull’evoluzione della situazione!

Dove ‘allunerà’ la sonda? Sicuramente in uno dei posti più suggestivi dell’intera faccia visibile del nostro satellite. Nella ‘Baia degli Arcobaleni‘ (Sinus Iridium nell’originale nome Latino, come per definizione sono nominate tutte le caratteristiche, crateri, mari, che sono sulla superficie della Luna), una zona posta ad ovest del meridiano centrale. Grazie a questa immagine è facile identificarla:

Nel riquadro vedete proprio la Baia degli Arcobaleni, insieme alla catena montuosa che la circonda per più della metà, la catena dei Monti Jura. Per un riferimento dimensionale, considerate che da ‘promontorio’ a ‘promontorio’, la ‘bocca’ della Baia è lunga circa 400 Km!

La sonda avrà quindi una vista privilegiata su questo spettacolo naturale. Ma, in particolare, con quali strumenti è equipaggiata la sonda stessa, e il rover?
Entrambi saranno equipaggiati con fotocamere ad alta risoluzione, inoltrek, tra gli altri strumenti, Yutu avrà a disposizione uno spettrometro che risulterà utile nell’analizzare la composizione chimica del suolo lunare. E, per la prima volta, un georadar, capace di penetrare il suolo e di analizzarne la struttura fino ad una profondità di 30 metri.

Sicuramente, buona fortuna a Chang’e-3 e Yutu! Sperando che tutto vada come da manuale, e che le prime immagini siano presto a nostra disposizione!

G. Petricca

2 thoughts on “Una sonda Cinese sulla Luna, dopo 37 anni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!