Rara Eclisse di Sole ‘Ibrida’ il 3 Novembre

Tra pochi giorni, le porzioni meridionali del nostro paese potranno avere l’esperienza di osservare una Eclisse di Sole, che per l’Italia sarà solo debolmente parziale. Tuttavia, guardare la Luna che pian piano arriva a coprire la nostra stella, o semplicemente, a passarci di fronte dal nostro punto di vista, è sempre una esperienza davvero significativa.
Tutti sappiamo che una eclisse si verifica quando un corpo celeste, come un pianeta o un satellite, si colloca tra una sorgente di luce (ad esempio il nostro Sole) ed un altro corpo: in altre parole, il secondo corpo entra nel cono d’ombra del primo.

In questo caso la Luna oscurerà parte del Sole, fino a coprire tutto il suo disco lungo una fascia che corre dall’Oceano Atlantico fino all’Africa Centrale, dove si avrà la migliore possibilità di osservare l’eclisse nella sua fase totale. La figura sotto mostra tutto il percorso sul globo Terrestre:

Però nel titolo dell’articolo si parla di eclisse ibrida: cosa vuol dire? In pratica, sempre dal nostro punto di vista, per i primi 15 secondi l’eclisse sarà anulare (con il disco della Luna che lascerà fuori una piccolissima porzione circolare di disco solare) per poi ‘trasformarsi’ in eclisse totale e così proseguire fino al termine.
Questo tipo di eclissi è molto raro, e negli ultimi 5000 anni se ne sono avute solamente 498 sul totale di 11898, quindi poco meno del 5%!

Fatta questa anteprima, passiamo a quel che potremo osservare dal nostro paese, commentando la carta sotto:

(© Coelum.com)

Come possiamo facilmente vedere, il nostro paese è tagliato in due dal limite superiore della visibilità dell’eclisse. Quindi a partire dalla linea gialla che attraversa Foggia e Latina, verso sud, sarà possibile osservare un piccolo ‘intacco’ al disco Solare da parte della Luna. Il ‘massimo’ di copertura sarà di un piccolo 8%, per l’estremo sud della Sicilia e isole Mediterranee, tuttavia ben visibile se osservato con i giusti mezzi. Ricordate SEMPRE di NON osservare MAI direttamente il Sole con i vostri occhi, o con strumenti ottici non filtrati, dato che i danni risultati possono essere davvero gravi!
Quindi, armatevi di un semplice vetro da saldatura, che potete reperire in qualsiasi ferramenta per pochi euro, e piazzatelo di fronte alla vostra macchina fotografica, in questo modo otterrete la visibilità ottimale senza alcun rischio. Oppure utilizzate un piccolo telescopio, proiettando l’immagine del Sole su un muro bianco, o su uno schermo, facendo attenzione a NON puntare il Sole con i vostri occhi.
In conclusione, questi gli orari salienti dell’eclisse, in ora Italiana, mentre poco sotto, come il Sole sarà ‘intaccato’ al suo massimo, visto dal sud della Sicilia.
Primo Contatto: 13:52Massimo dell’Eclisse: 14:23Ultimo Contatto: 14:53
(© Stellarium)
Buone osservazioni a tutti, per questa ‘piccola’, ma sempre affascinante, Eclisse di Sole! 
G. Petricca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!